Esplora contenuti correlati

Atto n. 698-II(SC).8

Relazione tecnica relativa alla metodologia per la ripartizione tra gli enti locali del Mezzogiorno dell’impiego del personale in possesso di alta specializzazione e relativo schema di determina dell’Agenzia per la coesione territoriale.

LA CONFERENZA STATO-CITTÀ ED AUTONOMIE LOCALI

Nella seduta del 13 aprile 2022

VISTO l’articolo 31-bis, comma 7, del decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152, inserito dalla legge di conversione 29 dicembre 2021, n. 233, il quale prevede che al fine di consentire l’attuazione dei progetti previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), nonché di accelerare la definizione e l'attuazione degli interventi previsti dalla politica di coesione dell'Unione europea e nazionale per i cicli di programmazione 2014-2020 e 2021-2027, l'Agenzia per la coesione territoriale può stipulare contratti di collaborazione, di durata non superiore a trentasei mesi e comunque non oltre il 31 dicembre 2026, con professionisti e personale in possesso di alta specializzazione, da destinare a supporto degli enti locali del Mezzogiorno, nel limite di una spesa complessiva di 67 milioni di euro, a carico delle disponibilità del Programma operativo complementare al Programma operativo nazionale "Governance e capacità istituzionale 2014-2020", di cui alla deliberazione del Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) n. 47/2016 del 10 agosto 2016, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 39 del 16 febbraio 2017, integrato sul piano finanziario dalla deliberazione del CIPE n. 36/2020 del 28 luglio 2020, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 218 del 2 settembre 2020. I suddetti contratti di collaborazione non danno in alcun caso luogo a diritti in ordine all'accesso nei ruoli dell'Agenzia;

VISTO il comma 8 del citato articolo 31-bis del decreto-legge n. 152 del 2021, il quale prevede che il suddetto personale è selezionato dall'Agenzia per la coesione territoriale con le modalità e le procedure di cui all'articolo 1, commi 5 e seguenti, del decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2021, n. 113. L'Agenzia, previa ricognizione dei fabbisogni degli enti beneficiari, avuto anche riguardo agli esiti della procedura concorsuale di cui all'articolo 1, commi 179 e seguenti, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, e a quanto previsto dal comma 5 del presente articolo, individua, sentiti il Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri e la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, gli enti cui destinare il suddetto personale e provvede alla relativa contrattualizzazione e assegnazione entro i successivi sessanta giorni;

VISTO il comma 9 del predetto articolo 31-bis, il quale prevede che il suddetto personale presta assistenza tecnica e operativa qualificata presso gli enti di assegnazione e svolge, in particolare, le seguenti funzioni: supporto all'elaborazione di studi di fattibilità tecnico-economica nonché degli ulteriori livelli progettuali; analisi e predisposizione delle attività necessarie alla partecipazione ai bandi attuativi del PNRR, compresi i bandi che prevedono iniziative per la valorizzazione della cultura e della tradizione dei comuni italiani, dei programmi operativi nazionali e regionali a valere sui fondi strutturali, nonché degli interventi finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione; verifica, controllo e monitoraggio dell'esecuzione dei lavori al fine del rispetto degli obiettivi intermedi e finali previsti dal programma di finanziamento;

VISTA la nota del 21 marzo 2022 del Ministro per il Sud e la coesione territoriale, con la quale sono stati trasmessi la relazione tecnica relativa alla metodologia per la ripartizione tra gli enti locali del Mezzogiorno dell’impiego del personale in possesso di alta specializzazione e il relativo schema di determina dell’Agenzia per la coesione territoriale;

TENUTO CONTO che l’ANCI, nella riunione tecnica del 25 marzo 2022, ha chiesto di incrementare il budget di giornate/persona riservato alle città metropolitane;

TENUTO CONTO che l’Agenzia per la coesione territoriale, nelle date del 1° e del 6 aprile 2022, ha trasmesso le nuove versioni dello schema di determina e della relazione tecnica, con la metodologia rivista e condivisa con l’ANCI e l’UPI, che sono state diramate nella versione definitiva il 6 aprile 2022;

RILEVATO che nell’odierna seduta della Conferenza Stato-città ed autonomie locali, le Autonomie locali hanno espresso parere favorevole;

ESPRIME PARERE FAVOREVOLE

ai sensi dell’articolo 31-bis, comma 7, del decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152, inserito dalla legge di conversione 29 dicembre 2021, n. 233, sulla relazione tecnica relativa alla metodologia per la ripartizione tra gli enti locali del Mezzogiorno dell’impiego del personale in possesso di alta specializzazione e relativo schema di determina dell’Agenzia per la coesione territoriale.

Il Segretario
Marcella Castronovo

Il Ministro dell’Interno
Luciana Lamorgese

Per saperne di più

Torna all'inizio del contenuto