Esplora contenuti correlati

Atto n. 688 del 16 marzo 2022

Schema di decreto interministeriale concernente l’individuazione dei Comuni cui spetta il gettito dell’imposta immobiliare sulle piattaforme marine (IMPi).

LA CONFERENZA STATO-CITTÀ ED AUTONOMIE LOCALI

Nella seduta del 16 marzo 2022

VISTO l’articolo 38 del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, relativo all’istituzione dell’imposta immobiliare sulle piattaforme marine (IMPi);

VISTO, in particolare, il comma 4 del citato articolo 38 del decreto-legge n. 124 del 2019, il quale dispone che i Comuni, cui spetta il gettito dell’imposta derivante dall’applicazione dell’aliquota del 3 per mille, siano individuati con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell’interno, con il Ministro della difesa e con il Ministro dello sviluppo economico - sostituito dal Ministro della transizione ecologica ai sensi dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge n. 22 del 2021 - da emanarsi previa intesa in sede di Conferenza Stato-città ed autonomie locali, e che con il medesimo decreto siano stabiliti i criteri, le modalità di attribuzione e di versamento nonché la quota di gettito spettante ai Comuni individuati;

VISTO lo schema di decreto concernente l’individuazione dei Comuni cui spetta il gettito dell’IMPi, ai sensi del riferito comma 4 dell’articolo 38 del decreto-legge n. 124 del 2019, sul quale la Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha sancito l’intesa nella seduta del 5 agosto 2021;

VISTA la nota dell’11 febbraio 2022, con la quale il Ministero dell’economia e delle finanze ha inviato una nuova versione dello schema di decreto in argomento, e ha  rappresentato che si rende necessario sostituire la citata versione sulla quale la Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha sancito l’intesa nella seduta del 5 agosto 2021, essendo emerso che alcuni manufatti inseriti nell’articolo 2 non rientrano nel presupposto impositivo dell’IMPi e che altri (i rigassificatori) sono da inserirsi;

VISTO che il Ministero dell’economia e delle finanze, con la citata nota dell’11 febbraio 2022, ha inoltre rappresentato che si sono rese necessarie delle integrazioni allo schema di decreto a seguito delle modifiche normative introdotte dal comma 5-bis del citato articolo 38 del decreto-legge n. 124 del 2019, relative al tributo versato anche per l’anno 2021 allo Stato, e che è stata, altresì, prevista una disposizione diretta a precisare che l’aggiornamento dell’elenco delle piattaforme e dei rigassificatori sarà effettuato su indicazione del Ministero della transizione ecologica e del Ministero della difesa, da comunicare al Ministero dell’economia e delle finanze per la predisposizione di un nuovo decreto interministeriale;

TENUTO CONTO che l’ANCI, nella riunione tecnica del 22 febbraio 2022, ha espresso assenso tecnico sulla nuova versione dello schema di decreto, che è stato concordato di integrare con alcune precisazioni;

VISTA la versione definitiva dello schema di decreto trasmessa dal Ministero dell’economia e delle finanze in data 2 marzo 2022;

RILEVATO che nell’odierna seduta della Conferenza Stato-città ed autonomie locali, le Autonomie locali hanno espresso parere favorevole all’intesa;

SANCISCE INTESA

ai sensi dell’articolo 38, comma 4, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, sulla nuova versione dello schema interministeriale di decreto - in sostituzione della versione sulla quale la Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha sancito l’intesa nella seduta del 5 agosto 2021 - concernente l’individuazione dei Comuni cui spetta il gettito dell’imposta immobiliare sulle piattaforme marine (IMPi).

Il Segretario
Marcella Castronovo

Il Ministro dell’Interno
Luciana Lamorgese

Per saperne di più

Torna all'inizio del contenuto