Esplora contenuti correlati

Atto n. 710-II(SC).8

Differimento del termine di approvazione del bilancio di previsione dell’anno 2022 degli enti locali.

LA CONFERENZA STATO-CITTÀ ED AUTONOMIE LOCALI

Nella seduta del 31 maggio 2022

VISTO l’articolo 151, comma 1 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, come modificato dall’articolo 1, comma 510, lettera a) della legge 23 dicembre 2014, n. 190, il quale dispone, tra l’altro, che gli enti locali deliberano il bilancio di previsione finanziario, riferito ad un orizzonte temporale almeno triennale, entro il 31 dicembre e che il suddetto termine può essere differito con decreto del Ministro dell’interno, d’intesa con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentita la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, in presenza di motivate esigenze;

VISTO il decreto del Ministro dell’interno del 24 dicembre 2021, relativo al differimento al 31 marzo 2022 del termine per la deliberazione del bilancio di previsione dell’anno 2022 degli enti locali, sul quale la Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha espresso parere favorevole nella seduta del 22 dicembre 2021;

VISTO l’articolo 3, comma 5-sexiesdecies del decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228, convertito con modificazioni, dalla legge 25 febbraio 2022, n. 15, il quale dispone che il suddetto termine per la deliberazione del bilancio di previsione dell’anno 2022 degli enti locali, è prorogato al 31 maggio 2022;

RITENUTO necessario e urgente differire al 30 giugno 2022 il termine della deliberazione, da parte degli enti locali, del bilancio di previsione 2022/2024;

RILEVATO che le Autonomie locali hanno espresso parere favorevole;

ESPRIME PARERE FAVOREVOLE

ai sensi dell’articolo 151, comma 1 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, al differimento del termine per la deliberazione del bilancio di previsione dell’anno 2022 degli enti locali al 30 giugno 2022.

Il Segretario
Marcella Castronovo

Il Ministro dell’Interno
Luciana Lamorgese

Per saperne di più

Torna all'inizio del contenuto